Olivier Riviere

Olivier Riviere

Olivier Rivière, originario di Cognac, vive la sua prima esperienza in Spagna nel 2004. La sua formazione parte però dalla Francia con esperienze viticole da Elian Da Ros, Lalou Bize-Leroy e Frederic Cossard. Quando arriva a Telmo Rodriguez viene incaricato da subito al passaggio delle vigne in biologico e successivamente in biodinamico. L'ambiente lo affascina, apprende la lingua e vinifica le sue prime cuvèe di Tempranillo. Il passo successivo diventa automatico e Olivier prende in gestione le sue prime vigne nella Rioja Alta, a Cardenas. Il debutto in una terra così ostile e così devota alle grandi mode è all'inizio difficile; in breve tempo però Olivier diventa sempre più popolare tra quei contadini che si interessano ai suoi metodi di coltivazione. Avvia le prime consulenze in una regione assai dimenticata, con una denominazione piccola e semi sconosciuta che si chiama Arlanza. E proprio qui Olivier scopre un ricco patrimonio di vigne piantate tra gli anni 1910 e 1950, su territori a 1000 metri di altitudine. Acquista delle piccolissime parcelle (0,3 ha) in Alto Redondo, poi nel 2013 compera la prima vigna in Rioja di 1,3 ha. Un passo fondamentale nel successo dei vini di Olivier Riviere deriva dal fatto che anche se in Spagna è consentita l'irrigazione, lui non l'ha mai praticata, convinto di produrre meno quando le annate si rivelano più calde. Il grande lavoro in vigna e lo studio dei suoli sono supportati in cantina da minor intervento possibile: lieviti indigeni, poca solforosa, scelta dei grappoli molto rigida. Tutto questo sta facendo nascere uno Stile Olivier Riviere.

5 Prodotti/o

per pagina

5 Prodotti/o

per pagina

© 2015 - eCommerce by Marketing Informatico