Degustazione di Grandi Bordeaux tra nuovi e vecchi millesimi.

23 febbraio h 20.00
Un'occasione unica per gli amanti di vini rari e da collezione.
con Francesco Falcone

Sono passati già 15 anni dall'ultima grande degustazione di Bordeaux, nella cantina della vecchia sede Galli Enoteca.

 

Non nascondiamo un po' di nostralgia ma anche tanta voglia di esplorare ancora nuove emozioni.

Sarà un'esperienza unica poterle assaggiare le  etichette datate e impolverate.

Avremo conferma che i grandi Bordeaux sono sempre una garanzia, anche dietro vecchi millesimi la vitalità dei lunghi invecchiati sono sempre una bella sorpresa.


 

degustazione Bordeaux

D'altronde, se non in situazioni come queste, quando si ha l'occasione di assaggiare i "mostri sacri" del vino, sempre più destinati a collezionisti o macro mercati?

Vecchie annate quindi a confronto con il millesimo che ha messo d’accordo tutti, produttori e consumatori. Vediamo perchè!
  • Chateau Lafleur 2014 - Pomerol
  • Chateau Lafite Rothschild 2014 - Pauillac
  • Chateau Cos d’Estournel 2014 - Saint Estephe
  • Chateau Talbot 2014 - Saint Julien

Bordeaux Galli Enoteca

  • Chateau Haut Brion1996 - Pessac Léognan
  • Chateau Angelus 1992 - Saint Emilion
  • Chateau Cos d’Estrounel 1998 - Saint Estephe
  • Chateau Talbot 2005 - Saint Julien

PRENOTA ORA LA TUA SERATA.

CLICCA QUI

degustazione bordeaux

La vendita dei vini “En Primeur” a Bordeaux è pratica antica. Si acquistano con questo sistema i vini ancora in botte: nel mese di Aprile vengono organizzate multiple degustazioni a cui partecipano “Wine Critics” provenienti da tutto il mondo che valutano i vini assegnando dei punteggi e determinando di conseguenza il loro prezzo di mercato.

casse di Bordeaux Galli Enoteca

In buona sostanza l’acquirente acquista il vino tre anni prima della sua uscita nel mercato. Si prende  tutti i possibili rischi, tra tutti quello di una valutazione molto precoce del prodotto.

Bordeaux Galli Enoteca

Dopo tre vendemmie poco produttive e neanche alte in qualità, a Bordeaux aspettavano un’annata giusta che è arrivata finalmente con la 2014.

Si rimescolano le carte in gioco!

Bordeaux Galli Enoteca

Il continuo innalzamento dei prezzi dei vini a confronto con la poca qualità delle bottiglie rischiava di mettere in crisi il sistema della vendita “En Primeur” e dei relativi benefici.

 

Il 2014 a Bordeaux è di livello medio alto e, in alcuni casi come nel Medoc, di livello molto alto.

Senza paragonarlo alle tre emblematiche vendemmie 2005, 2009, 2010 possiamo oggi definirlo un’annata capace di invecchiare a lungo.

Bordeaux Galli Enoteca

Il momento giusto della stagione questa volta arriva a Settembre.

Infatti dopo una buona primavera e un mese di Giugno soddisfacente, sono state registrate molte piogge a Luglio e Agosto. Poca luce e temperature mai veramente calde.

Tutto questo ha comportato un ritardo di maturità della vigna, che ha reagito vigorosamente con un bellissimo Settembre, registrando temperature anche fino ai 30.

Uun clima sempre secco quindi e una forte luminosità.

Possiamo essere certi che il 23 febbraio ci divertiremo!!!!


Chi è Francesco Falcone?

Un viso ormai noto nel settore enologico è diventato nel tempo una pietra miliare della cultura del vino.  Dopo una biennio di formazione con Porthos di Sandro Sangiorgi, una lunga esperienza piemontese con Go Wine (culminata con il libro Autoctono Si Nasce) e due anni di stretta collaborazione con Paolo Marchi (Il Giornale; Identità Golose), ha concentrato per un decennio il suo lavoro di cronista del vino per Enogea (2005-2015). Per otto edizioni è stato tra gli autori della Guida ai Vini d'Italia de l'Espresso (2009-2016). Deve a Federico Graziani il suo battesimo vinoso, a Alessandro Masnaghetti l’amore per questo lavoro, a Vania Valentini la svolta in direzione dell’insegnamento. Cura un centinaio di laboratori di degustazione indipendenti in giro per l’Italia. Dal 2016 collabora con Winesurf.

 



Prodotti Correlati