Chablis Terroir De La Chapelle Patrick Piuze 2021

Tipo di bicchiere
Servire a: 10°-12°C
Codice prodotto
PIUVFCH
38,00 €
Non disponibile
Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Bianco
Uvaggio Chardonnay
Denominazione Chablis
Annata 2021
Gradazione 12.0%
Cantina Patrick Piuze
Formato Bottiglia 0,75 l
Agricoltura coltivazione organica
Paese Francia
Regione Borgogna
Abbinag(i)usto Per aperitivo
contiene solfiti / contains Sulphites

Patrick Piuze è passato dalla gestione di un wine bar nel suo Québec nativo fino a diventare uno dei più importanti astri nascenti di Chablis. Nel 2008, dopo aver lavorato per Olivier Leflaive, Verget e Domaine Jean-Marc Brocard, Patrick ha iniziato il suo micro-négoce.

Da un appezzamento su un altopiano sulla riva sinistra del Serein, da viti piantate nel 1974. Una cuvée fresca perché l'uva non ha mai un contatto diretto con il sole, poiché i filari sono piantati da est a ovest. Fermentato e invecchiato 50% in botti usate e 50% in vasche.

I 3 Sensi
A causa della limitata esposizione delle uve al sole, questo vino mostra un'acidità brillante e scintillante con una vasta gamma di frutta verde e gialla fresca ed estroversa. Il suo corpo da leggero a medio, oltre a mela bianca, pera matura e i sapori chiave della scorza di lime rendono questo vino una perfetta introduzione al tradizionale stile dello Chablis.
Agricoltura coltivazione organica

No Related Posts

Patrick Piuze

campo e Patrick Piuze sorridente

Nato nel gennaio 1973 in Quebec, Canada, Patrick Piuze è il terzo figlio di una famiglia borghese che non si è mai dedicata alla produzione di vino. Quando compì diciotto anni, Patrick conobbe Marc Chapoutier che fu un vero trampolino di lancio verso la sua vita professionale e lo aiutò a iniziare a produrre vino. Grazie a lui, Patrick ha viaggiato in tutto il mondo e ha lavorato in diverse cantine in Australia, Sud Africa e Israele. Quindi, tornò in Quebec e aprì un'enoteca chiamata "Le Pinot Noir" nel centro di Montreal. La sua esperienza di due anni nella ristorazione e nell'attesa del vino lo ha aiutato a creare una certa cultura della degustazione del vino lì, ma nel profondo, tutto ciò che voleva era tornare alle sue amate cantine e cantine.

Nell'estate del 2000, Patrick lasciò Montreal e portò il suo zaino in Borgogna, una delle regioni più belle della Francia. Si è unito a Olivier Leflaive e al suo staff a Puligny-Montrachet per la stagione del raccolto. Dopo un breve corso al Beaune CFPPA (Centre de Formation Professionnelle et de Promotion Agricole), gli viene affidata la vinificazione Chablis di Olivier Leflaive. Lì ha sviluppato il suo savoir-faire e quattro anni dopo ha lasciato la cantina di Olivier Leflaive per La Maison Verget, dove Jean-Marie Guffens gli ha trasmesso la sua passione per il terroir. Patrick Piuze ha poi iniziato a farsi un nome come un eccellente enologo. La sua fama lo portò ad essere reclutato un anno dopo come cantiniere da Jean-Marc Brocard. In questo momento, Patrick ha preso la decisione più importante della sua vita: ha fondato la sua azienda vinicola il 1° luglio 2008. È stata una vera sfida sistemarsi da solo.

L'intenzione principale di Patrick è quella di fare la vera differenza tra "vicoltore" e "enologo". Non possiede nessun vigneto ma ha una forte influenza come consigliere per i viticoltori. Ha stabilito un approccio di costruzione della fiducia e una partnership a lungo termine con i viticoltori. Questa filosofia gli permette di raccogliere i migliori lotti di Chablis, la maggior parte di vigneti molto vecchi, per raccogliere uve di alta qualità. Acquista principalmente uva e fornisce una vasta gamma di vini da Chablis (quattro diversi vigneti) a Grands Crus (sei referenze, tra cui Les Preuses e Grenouilles) e undici Premiers Crus. Sono state così prodotte 110.000 bottiglie. Attraverso i suoi vini, Patrick Piuze è sempre stato intento a rivelare il vero carattere di Chablis e dei suoi terroir e vigneti ad ampio raggio.