Chianti Classico Riserva Vigna Barbischio Maurizio Alongi 2015

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosso
Uvaggio Sangiovese - Canaiolo
Denominazione Chianti Classico Riserva
Annata 2015
Bottiglie prodotte 4500
Gradazione 14.0%
Cantina Maurizio Alongi
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura biologica, lotta integrata, sostenibile
Paese Italia
Regione Toscana
Abbinag(i)usto Carni rosse, Formaggi stagionati, Selvaggina

Vigna di Barbischio è costituita da due appezzamenti, per un’estensione complessiva di ettari 1, are 28, centiare 85, interamente ricadenti nella denominazione Chianti Classico.
I vigneti, collocati a circa 435 metri sul livello del mare, con un’esposizione prevalente a sud, si contraddistinguono per una peculiarità, quasi unica: l’età media delle piante
che si aggira intorno ai trent’anni, con molti ceppi che superano i quaranta. Il vitigno principale è il Sangiovese, accompagnato, come recita l’antica formula del Chianti, da altri complementari quali la Malvasia nera, che dona colore e rotondità ed il Canaiolo in grado di arricchire il patrimonio aromatico dell’uvaggio.

Le bucce a contatto con il mosto vengono lasciate senza i raspi poi seguono rimontaggi manuali brevi per 14 giorni, una pressatura soffice delle vinacce e fermentazione malolattica in inox. La maturazione in tonneaux di rovere francese nuovi (15%) e usati (85%) dura per poco più di un anno; affinamento di almeno 10 mesi in bottiglia. 

I 3 Sensi
Un Chianti di stampo Classico. Una complessità perfettamente padroneggiata dal contrasto tra un succo pieno, un’acidità dinamica e dei tannini di razza.
SKU
ALOVICRVBXX
24,00 €
Tipo di bicchiere
Servire a: 14°-16°C

No Related Posts

Maurizio Alongi

Maurizio Alongi

Maurizio Alongi ha deciso di fare un solo vino, da una sola vigna, da un uvaggio tradizionale, per seguire un suo vecchio sogno, dimostrando fino in fondo a tutti le magnifiche potenzialità della sua terra. Questo progetto è stato realizzato dopo una lunga ricerca, durata anni , tra Gaiole, Radda e Castellina. In questi luoghi un pomeriggio invernale è avvenuto l’incontro con due piccoli vigneti, a Barbischio, a pochissimi chilometri da Gaiole in Chianti. Siamo nell’incontaminata dorsale dei Monti del Chianti, che separa il Chianti dal bacino del Val d’Arno, dove la formazione del Macigno, costituito principalmente da rocce di arenaria, ha originato terreni sabbiosi, particolarmente sciolti, con pendenze rilevanti ed ottime esposizioni. I due appezzamenti sono circondati da estesi boschi a predominanza di alberi di querce, cerro e castagno, che contribuiscono a mitigare gli eccessi climatici e rendere l’ambiente quasi  incontaminato. 

Maurizio Alongi, da quasi trent’anni lavora come enologo, aiutando gli altri ad esprimersi attraverso i loro vini. La sua formazione e crescita professionale è molto legata al Chianti senese, anche se in questi anni ha girato in lungo e largo attraverso l’Italia, confrontandosi con tanti vitigni ed incontrando molte persone fuori dal comune. Nel suo curriculum entrano anche i vini di Nanni Copè. Il suo fulcro le sue radici ed il suo cuore pulsante sono Siena e Gaiole in Chianti, dove ha vissuto per anni. Ha deciso di fare un solo vino, da una sola vigna, da un uvaggio tradizionale, per seguire un suo vecchio sogno, dimostrando fino in fondo a tutti le magnifiche potenzialità della sua terra.