Friulano San Pietro I Clivi 2018

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Bianco
Uvaggio Friulano
Denominazione Friuli Colli Orientali DOP
Annata 2018
Bottiglie prodotte 15.000
Gradazione 12.5%
Cantina I Clivi
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura lieviti indigeni, sostenibile
Paese Italia
Regione Friuli Venezia Giulia
Abbinag(i)usto Alici del Mar Cantabrico, Carni bianche, Per aperitivo, Pesce

Un autoctono trattato coi guanti. E lo merita. Vigneto molto vecchio, circa 60 anni di età, su suolo di marna eocenica, esposte a sud-est sulle colline di Corno di Rosazzo, Udine. Qui il flysch di Cormons è comune e grazie all'attenta vinificazione ci dona un vino autentico, da ascoltare in silenzio per le profondità a cui arriva senza mai alzare la voce. Il resto è sperimentazione e tecnica, il risultato di passione e dedizione. Le uve sono raccolte a mano e pressate intere a soli 1,2 bar. Solo il mosto fiore più puro viene estratto e lasciare decantare in acciaio per una notte. Separato dalle fecce grossolane il mosto inizia così la fermentazione naturale, senza aggiunta di lieviti. Segue poi un affinamento su fecce fini lasciate in sospensione, per circa 6-8 mesi a seconda dell'annata. Il vino matura e si prepara all'imbottigliamento, con una leggera filtrazione e solfatazione minima.

I 3 Sensi
Delicatamente aromatico, floreale ed erbaceo. Ottima acidità che trova il suo equilibrio nella spiccata mineralità. Il finale nocciolato che rimanda alla mandorla ci dona uno spunto quasi affumicato, di pietra lasciata al sole.
SKU
CLIVIFSPXX
12,50 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 10°-12°C

No Related Posts

I Clivi

i clivi cantina

Tutto nasce da una piccola vigna nel cuore del Collio e dalla passione per il vino del padre, Ferdinando, che non arriva da subito ma cresce con gli anni. Durante i suoi viaggi di lavoro Ferdinando scopre via via un mondo diverso dal solito vino da Osteria e si appassiona ai vignaioli del tempo, dove comunicazione ed etichette contavano poco, quel che importava era il vino. A metà degli anni 90 trova ed acquista nel versante sud del monte Quarin una piccola vigna incastonata di vecchie viti. Nel frattempo Mario si laurea in economia ed inzia ad aiutare in vigna nel tempo lasciatogli libero dal servizio civile. Ci vuole un attimo perchè nasca un amore profondo per quelle terre e quelle piante. Insieme portano avanti un'azienda che vanta ora 3 vigneti, ed una cantina di proprietà con una pressa all'avanguardia. Un'idea di vinificazione che punta al recupero della leggerezza e freschezza in una visione classica che riporta alle antiche tradizioni. Fermentazioni rigorosamente su lieviti indigeni, senza torchiare le uve, senza chiarificare. Qualcuno definisce i loro vini per sottrazione, nella ricerca di un'impronta leggera e fresca... "Less is more".

Prodotti della Cantina