Sassicaia  Tenuta San Guido 2021
Sassicaia  Tenuta San Guido 2021
Servire a: 16°-18°C
Tipo di bicchiere

Sassicaia Tenuta San Guido 2021

TENVISAXX
Non disponibile
390,00 €
Tasse incluse

Il Sassicaia 2020 è composto da 85% Cabernet Sauvignon e 15% Cabernet Franc coltivati su terreni morfologicamente vari e compositi, parzialmente argillosi e con forte presenza di calcari, galestro e sassi. Ad una altitudine di 100-300m slm ed esposti ad O-SO vengono allevati a cordone speronato con una densità di impianto di 3.600-5.550 ceppi per ettaro per i vigneti più vecchi e 6.200 per i più giovani. La vendemmia a mano inizia solitamente nei primi giorni di Settembre con il Cabernet Franc per proseguire con il Cabernet Sauvignon dalla prima decade di Settembre e terminare con i vigneti in altura di Castiglioncello di Bolgheri tra fine Settembre ed inizio Ottobre. In cantina, dopo una pressatura soffice, si ha la fermentazione in acciaio intorno ai 30°-31°C senza aggiunta di lieviti esterni, con macerazione di circa 9-12 giorni. Frequenti sono i rimontaggi ed i délestages. La malolattica viene lasciata svolgere in acciaio ed al termine il vino viene lasciato affinare in barriques di rovere francese per 24 mesi prima dell'imbottigliamento. Segue una fase di affinamento in vetro prima della commercializzazione. L'annata 2020 è stata semplicemente fantastica. Dopo un inverno iniziato mite, fino a tutto Gennaio le temperature sono diventate rigide e le giornate fredde e piovose. Una primavera iniziata in ritardo ha portato alcune gelate a fine Aprile, ritardando il germogliamento e creando condizioni naturali di minor produzione. Da Maggio le temperature si sono alzate gradualmente alternando giornate di sole a pioggie leggere. L'estate poi ha mantenute alte temperature ma nelle medie stagionali, e pioggie rinfrescanti nei momenti più opportuni. Prima della vendemmia le escursioni termiche tra giorno e notte erano ottimali, favorendo l'estrazione aromatica del Cabernet.

Avvisami quando disponibile

Tenuta San Guido - Bolgheri

Tenuta San Guido

Il Marchese Mario Incisa della Rocchetta in una lettera a Veronelli scrive che l'origine dell'esperimento vinicolo risale agli anni 1921-25, durante il suo periodo di studio a Pisa. Allora ospite dei Duchi Salviati a Migliarino, bevve un vino prodotto da una loro vigna che gli riportò alla mente un vecchio Bordeaux assaggiato prima del 1915. Dopo aver sperimentato vari vitigni selezionò l'uva Cabernet perchè riusciva ad esprimere il bouquet di cui si era innamorato e che ricercava. La scelta del terreno su cui piantare ricadde sulla Tenuta San Guido per via delle caratteristiche in comune con Graves, a Bordeaux. Graves che significa ghiaia, come Sassicaia in Toscana, per terreni morfologicamente simili. Iniziata la produzione, dal 1948 al 1967 il Sassicaia fu destinato al solo consumo interno della Tenuta. Una parte delle bottiglie rimaneva ogni

anno ad invecchiare in cantina e ben presto il marchese si accorse che il vino col tempo migliorava considerevolmente. L'annata del 1968 fu la prima ad essere messa in commercio, subito accolto dall'entusiasmo del pubblico.

Nato come vino da tavola, passato a vino IGT e poi sottozona della DOC Bolgheri, con la sua costanza qualitativa ha meritato il primato di vino italiano di una specifica cantina a possedere una DOC a lui riservata, la DOC Bolgheri Sassicaia.

Prodotti della cantina

Prodotti correlati

Prodotto aggiunto alla Lista dei Desideri
Prodotto aggiunto al confronto