• Nuovo
Pettirosso Fonterenza 2021
Servire a: 14°C
Tipo di bicchiere

Pettirosso Fonterenza 2021

FONVIPTXX
Non disponibile
21,00 €
Tasse incluse

Pettirosso è ottenuto da uve Sangiovese e Ciliegiolo. I vigneti destinati a questo vino sono situati nel comune di Cinigiano. Il primo vigneto nella zona del Castello di Porrona chiamato "La Fornace" presenta suoli composti da arenarie sabbiose con presenza di argilla ad una altimetria di 360 mt con esposizione a Est.

Il secondo vigneto da cui si raccoglie il ciliegiolo, piantato nel 1973, si trova sempre nel comune di Cinigiano ma nel versante di Castiglioncello Bandini, i suoli composti da arenaria tufacea ad una altimetria di 320 mt ed esposizione verso sud. Una piccola parte dell’uva invece deriva dalla preselezione precoce dei vigneti a Montalcino. L'età media delle piante va dai 23 ai 49 anni.

La fermentazione è condotta esclusivamente dai lieviti indigeni e si ha una macerazione sulle bucce di circa 7 giorni.
L'affinamento del vino si divide in serbatoi di cemento e acciaio.

Avvisami quando disponibile

Fonterenza-Soc. Agr. Francesca e Margherita Padovani

Cantina Fonterenza

"Fonterenza era la nostra casa delle vacanze, il luogo dove abbiamo conosciuto la natura. Il luogo dove è nato il nostro legame con Montalcino e la campagna..."

L'obiettivo aziendale è quello di seguire i ritmi naturali, rispettando l'ambiente, per far sì che i vini siano capaci di cogliere al meglio le caratteristiche uniche di questa terra e di questo clima.
I vigneti sono situati a Montalcino, in particolar modo nella zona sud-est del paese a Poggio San Polo, e sul Monte Amiata. La gestione del vigneto segue i principi della viticoltura naturale. I gesti agricoli quali potatura, lavorazioni e trattamenti, vengono eseguiti seguendo le fasi lunari e planetarie.
Tutte le pratiche nei vigneti vengono effettuate interamente a mano e per i trattamenti vengono usati solo zolfo e rame in dosaggi bassi, alternati da anti-oidici e antiperonosporici naturali - coadiuvati da propoli, infusi, macerati e tisane di diverse essenze.
Quando le uve arrivano in cantina, vengono diraspate e vinificate in diversi contenitori, a seconda dell’appezzamento da cui provengono e della tipologia del vino a cui sono destinate. Dal 2016 vengono selezionate anche le parcelle da diraspare a mano. Vengono utilizzate poi diverse tecniche di vinificazione: rimontaggio, delestage, follature manuali, e macerazioni a cappello sommerso.
Per la fermentazione del Brunello, del Rosso di Montalcino e dell’Alberello si utilizzano tini troncoconici di rovere, mastelloni da dieci quintali, e vasche in cemento. Le uve fermentano spontaneamente senza controllo delle temperature e senza aggiunta di prodotti enologici o trattamenti chimico-fisici; tutto questo per preservare le caratteristiche dell’annata ed esprimere al massimo il terroir.Per l’affinamento dei vini vengono utilizzati tini di rovere (18-50 hl), botti di rovere (11-35 hl) e vasche di cemento di varie dimensioni.

Prodotti della cantina

Prodotti correlati

Prodotto aggiunto alla Lista dei Desideri
Prodotto aggiunto al confronto