Jeunes Vignes Rouge Clos Du Rouge Gorge 2018

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosso
Uvaggio Grenache
Denominazione Cotes Catalanes
Annata 2018
Gradazione 13.0%
Cantina Clos du Rouge Gorge
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura biodinamica, coltivazione organica, lieviti indigeni
Paese Francia
Regione Languedoc & Roussillon
Abbinag(i)usto Alici del Mar Cantabrico, Crostacei, Formaggi erborinati

Jeunes Vignes è la versione da viti di Grenache di 30 anni in una parcella chiamata Mont-Redon su sottosuolo di gneiss. Raccolta manuale in piccoli cestini, pigiatura seguita da una vinificazione di tre mesi in tini di legno, poi 8 mesi di affinamento in acciaio inox.

I 3 Sensi
Gli aromi complessi di mora, amarena, agrumi, violetta, prugna e buccia escono subito dopo una riduzione iniziale. Il frutto è intenso al palato, il vino è di medio corpo, e le sensazioni terziarie cominciano a farsi vive: liquirizia, carne e terra. La consistenza è setosa con un'acidità vivace e una lunghezza favolosa.
SKU
CDRGVFJVXX
31,00 €
Tipo di bicchiere
Servire a: 10°-12°C

No Related Posts

Clos du Rouge Gorge

Clos du Rouge Gorge

Clos du Rouge Gorge si trova a Latour-de-France nel Roussillon. Creata da Cyril Fhal nel 2002, è composta da 6 ettari tutti coltivati a vigneto, situati su un terroir di scisto e gneiss, con le varietà Grenache, carignan, Macabeo con un'età media di 50 anni. Le ridotte rese di Cyril (18 hl / ha) e la vinificazione senza solfiti conferiscono ai vini della tenuta una tessitura impressionante, un tocco e una precisa apertura.

Cyryl Fahl sa esattamente quello che vuole ottenere dalle sue uve e il suo metodo di vinificazione è tanto certo quanto unico: non estrae, infonde. La macerazione dei rossi dura solo una settimana, pertanto quando si va in pressatura la maggior parte degli acini non sono ancora scoppiati. Tutto il succo ottenuto di pirma e seconda spremitura viene assemblato in fut dove continuerà la fermentazione. Il risultato dono vini sono molto precisi, molto ariosi, fruttati e poco tannici. Vinificati senza solfiti aggiunti rilasciano un accesso diretto al frutto e sviluppano un gusto al quale non si è necessariamente abituati, ma che affascina e sfida immediatamente.

Cyril Fhal vinifica e imbottiglia i suoi vini senza utilizzare solfiti. Si utilizzano così da 0 a 1,5 g / L di SO2 in base alle condizioni della vendemmia e alla stabilità intrinseca di ciascuna cuvée. Grazie a questo metodo, i vini della tenuta sono particolarmente digeribili ma possono avere una leggera sensazione di perlage in bocca. Questa CO2 dalla fermentazione è lasciata nel vino per proteggerla in modo naturale.