Chateau Simone

Chateau Simone

In tutte le regioni vinicole della Francia che si rispetti si trova un'eccellenza, inarrivabile per tutti gli altri. Anche in Provenza accade e il segno lo lascia da ormai 7 generazioni la Tenuta Chateau Simone. Con i suoi 23 ettari vitati, avviata nella costruzione delle grotte nel XVII secolo dai soliti Monaci, questo splendido "Castello" circondato da boschi appartiene alla famiglia Rougier. Proprio nel lontano Ottocento infatti viene attribuito il nome dalla Demoiselle de Simon chiamata "La Simone". La conduzione attuale è in mano a Renè Rougier che segue le orme del padre Albert, vero iniziatore dell'eccellenza dei vini della AOC Palette.
Le vigne sono un patrimonio per tutta la Francia, essendo alcune di queste ultracentenarie reimpiantate dopo la strage della Fillossera. Gli impianti sono tutti impostati ad alberello classico, con due gemme per avere una resa molto contenuta. I suoli sono calcarei, con tracce di argilla, ricoperti da pietre e fossili di ogni tipo e dimensione. Soprattutto in cantina si respira l'aria di quei luoghi sacri del vino, vuoi per tutta una serie di cunicoli costriuiti da i monaci e che fanno da cantine naturali creando un ambiente perfetto, ma anche perchè tutto è svolto in una tradizione e maniacalità impressionanti, utilizzando le presse verticali (marchio di fabbrica dei Rougier) per una qualità del mosto altissima a discapito della quantità. Oltre al bianco che rientra tra i mostri sacri delle etichette d'oltralpe, a Chateau Simone si producono anche il miglor rosato del mondo secondi molti enoappassionati e il rosso. Grandi vini dal sangue blu che sfidano il tempo.

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione crescente

2 elementi

per pagina
Imposta la direzione crescente