Soldera Case Basse

Soldera Case Basse

SOLDERA CASE BASSE

La storia dell’azienda vitivinicola Soldera Case Basse comincia all’inizio degli anni ’70. Gianfranco e Graziella Soldera coltivano il progetto di produrre un vino naturale di grande qualità e sapevano che avrebbero potuto realizzarlo solo se avessero trovato un terroir con alcune caratteristiche imprescindibili. Caratteristiche che trovano a Case Basse: una tenuta di oltre 23 ettari,a 320 metri di altitudine, nella zona Sud Ovest di Montalcino. Un terreno collinare, di origine vulcanica,drenante e ricco di minerali ma poco fertile; un clima asciutto, lungamente soleggiato. L’ambiente naturale che cresce e prospera intorno e tra i vitigni, è cruciale per garantirla qualità del vino Soldera. Nell’ottica di salvaguardia dell’ecosistema Case Basse, si inserisce la cura per gli antichi ulivi per il bosco di otto ettari, nel quale spiccano maestose querce secolari. E grazie alla passione ,alla dedizione e alla cura che Gianfranco e Graziella hanno dedicato a quelle terre se, a partire dalla metà degli anni ’70 , a Case Basse viene prodotto un vino naturale di altissimo pregio, apprezzato in tutto il mondo.

 

FILOSOFIA SOLDERA

Dal punto di vista produttivo, la filosofia Soldera implica un approccio del tutto naturale alla vitivinicoltura. A Case Basse non vengono usati diserbanti né altri prodotti chimici, i terreni vengono concimati esclusivamente con sostanze organiche e i filari vengono lavorati a mano. Vengono utilizzate esclusivamente uve dei vigneti di proprietà -100% vitigno Sangiovese. L’estensione delle viti è ridotta (10 ettari in tutto), per far si che la lavorazione delle piante possa essere fatta a mano e che la vendemmia anch’essa manuale , si concluda in tempi brevi. L’uva, la cui maturazione viene attentamente valutata grazie alla collaborazione con gli istituti di ricerca, viene selezionata prima in vigna e poi ancora in cantina, in modo che solo quella sana e matura sia diraspata, mantenendo gli acini interi. Un’ ultima scrupolosa selezione riguarda proprio gli acini, passati uno a uno per verificarne integrità e maturazione. Questa modalità produttiva si anella coltivazione dell’uva che nella vendemmia dà luogo a una resa annuale molto bassa e di straordinaria qualità. La vinificazione è naturale: avviene dentro grandi tini di rovere di Slavonia, grazie a microorganismi autoctoni, spontanei e senza l’utilizzo di lieviti artificiali. I complessi processi della natura vengono seguiti confrontando l’esperienza che deriva dall’osservazione di decenni, alle analisi giornaliere del mosto in vinificazione eseguite dagli di ricerca. A Case Basse la cantina si trova 14 metri sotto terra, ed è stata costruita utilizzando solo materiali naturali, evitando il cemento

1 elemento

per pagina
Imposta la direzione crescente

1 elemento

per pagina
Imposta la direzione crescente