Le Derive La Distesa 2015

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosso
Denominazione Marche I.G.T.
Annata 2015
Bottiglie prodotte 1500
Gradazione 14.0%
Cantina La Distesa
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura biologica, coltivazione organica, lieviti indigeni
Paese Italia
Regione Marche
Abbinag(i)usto Coscio d'Anatra Confit, Formaggi stagionati, Selvaggina

L'ultimo nato in casa Distesa è il Marche Rosso Le Derive, annata 2013, prodotto da "arenaria, gessi e argille azzurre che si combinano nel suolo di San Michele, a Cupramontana, come resti di antiche derive del mare Adriatico. Il vino è frutto di un progetto collettivo, importante e originale provenendo da una zona conosciuta principalmente per grandi vini bianchi. Questo vino racconta il sogno di un gruppo di amici: Corrado e Valeria, Andrea, Daniele, Danilo, Fabrizio e Giovanni, che non hanno mai smesso di nuotare controcorrente. Mai".

I 3 Sensi
Il vino è una nuova espressione di rosso marchigiano. E' composto da Montepulciano, Sangiovese e Vernaccia nera. Proprio quest'ultimo caratterizza il vino nella sua parte vegetale e asciutta, nella sensazione vera di compattezza e quilibrio. Corrado lavora benissimo il montepulciano e lo si avverte dalla profondità del vino. Le note di rosmarino e timo identificano il territorio di San Michele a Cupramontana. Il netto sapore di liquirizia ben si fonde con una verticalità del vino data da una trama tannica eccellente. Prevedibile una lunga capacità di invecchiamento.
Codice prodotto
LADVILDXX
26,00 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 14°-16°C

La Distesa

La Distesa

La Distesa nasce dal desiderio di produrre vini che rispettino il territorio ed i vitigni. Vini che non siano omologati al gusto internazionale dominante che richiede una facilità ed una piacevolezza costruite. Essere vignaioli per noi significa innanzitutto raccontare il territorio, con le sue mille complessità, e seguire le stagioni, con le loro evoluzioni sempre differenti.

E’ per questo che abbiamo scelto un metodo di coltivazione biologico, così da esprimere senza distorsioni ciò che la terra porta con sé, naturalmente. Essere vignaioli significa poi seguire direttamente tutto il processo produttivo, dalla terra fino al consumatore.

Da anni lavoriamo nei vigneti cercando di salvaguardare e lasciare esprimere al massimo la biodiversità, seminando tra i filari favino, veccia, pisello, erba medica e lasciando prosperare le essenze spontanee. Non concimiamo, trattiamo solo con zolfo e piccole dosi di rame. Una o due volte all'anno spruzziamo il preparato biodinamico 500 (cornoletame).

Le basse rese per ceppo, l’accurata selezione delle uve in fase di vendemmia - eseguita manualmente, in piccole cassette - le fermentazioni spontanee con lieviti indigeni, i bassi livelli di solforosa, gli attenti affinamenti sono parti fondamentali del nostro lavoro.

Nella cantina situata nell’assolata contrada San Michele di Cupramontana, la città del Verdicchio, le uve vengono vinificate per ottenere una limitata produzione di bottiglie destinate all’alta ristorazione, alle enoteche, ai privati

Recensioni dei clienti

ottimo
Leggi tutte le recensioni