Ognostro Marco Tinessa

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosso
Denominazione Vino Rosso
Bottiglie prodotte 600
Gradazione 15.0%
Cantina Ognostro
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura lieviti indigeni, lotta integrata
Paese Italia
Regione Campania
Abbinag(i)usto Carni rosse, Coscio d'Anatra Confit, Formaggi freschi, grigliate di carne, Primi Piatti di Carne

Marco Tinessa non è un improvvisato del vino, ma un grande degustatore. E Ognostro non è un vino qualunque, ma una grande espressione di territorio. Montemarano, piccolo Comune di Avellino, ospita la vigna di neanche un ettaro di uva a bacca rossa dalla quale Marco vendemmia le uve scurissime come l'inchiostro. E da qui prende il nome anche il vino che nasce da una fermentazione spontanea con lieviti indigeni, per poi macerare 2/3 mesi in recipienti di HDPE. L'affinamento delle uve avviene in anfore di terracotta. Il vino viene messo in bottiglia senza essere ne filtrato ne chiarificato, con una aggiunta di solforosa paria a 40mg/l.

I 3 Sensi
La stagione estiva 2017 è stata caratterizzata dalla siccità. Ognostro si presenta carico nel colore, ma con il suo tratto territoriale che lo contraddistingue, la freschezza. Le note agrumate, lo zenzero, il mandarino sono i primi richiami di una finezza che l'aglianico nel suo territorio deve essere lasciato in grado di esprimere. Ognostro si beve con facilità, marcato dalla polpa e dal frutto, ma lontano dal grado alcolico mostrato in etichetta e soprattutto lontano dalle petulanti produzioni esasperate dei Taurasi senza colpa.
Codice prodotto
TINVIOGXX
38,00 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 16°-18°C

No Related Posts

Ognostro

Ognostro Marco Tinessa

Dalle ultime gite per cantine di @gallienotecaontour: siamo a Milano da Marco Tinessa che ci ospita nella sua vita per qualche ora. In trepidante attesa di “Ognostro” (ogni anno ci segnamo sul calendario febbraio) val la pena intanto aprire un Ognostro Bianco e Last Trip to Sicily. 

Marco è un milanese di nome ma di fatto ha origine campane, Montemarano (AV) dove le viti crescono con carattere assolutamente distinguibile, la patria dei bianchi vulcanici e dei rossi avvolgenti del sud: Fiano e Aglianico.

Pensare di visitare la cantina Ognostro a Milano, in un contesto totalmente urbano, sembra quasi di aver sbagliato direzione in autostrada. Ma a noi ci piacciono i vignaioli veri, e qui abbiamo uno dei migliori esempi di garagiste da presentarvi.

La vigna di pochi ettari, acquistata un po' alla volta, lascia libero Marco di spostarsi tra Campania e Lombardia nei momenti più clou dell'attività della vite, altrimenti gestita per lui da un affidato custode che costantemente se ne prende cura tutto l'anno.

Le uve vengono trasportate a Milano e in una zona piuttosto centrale, nella cantina di un vecchio bistrot trasferito sui navigli e trasformato a cantina al piano interrato e a studio di progettazione al piano superiore. Già da fuori solo l'edificio ha il sapore di architettura razionalista e di modernismo. All'interno qualche tino in inox e strumento di ultima generazione del tech come pompe e presse.

Lo stretto necessario per un garagista che lavora con estrema pulizia e precisione. Marco ha davvero ben in mente come dev'essere il suo vino e ha le idee ben chiare su tutto ciò che gli gira attorno, come sapere fino alla fine dove andrà posizionato e chi è il suo cliente finale.

Per sapere come sono i suoi vini, immagina cosa può nascere da una mente urbana, milanese, che guarda avanti, colta, curiosa e determinata, con il cuore e l'accoglienza del caldo sud e con le vigne radicate in uno dei luoghi più autentici di Italia. Il resto vien da sè. Ora non possia o fare altro che  invitarti all'assaggio e a scoprire se è così.

Prodotti della Cantina