Rosato Halara

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosè
Uvaggio Varietà Autoctone Locali
Denominazione Vino Rosato
Bottiglie prodotte 2000
Gradazione 13.5%
Cantina Halara
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura lieviti indigeni
Paese Italia
Regione Sicilia
Abbinag(i)usto Burro salato, Carni bianche, Formaggi, Fritture, Per aperitivo, Risotti

Il vino rosato Halarà nasce dalla vigna recuperata dai Vignaioli Amici, in località Contrada Abbadessa a Marsala. Le vigne, coltivate ad alberello Marsalese, sono di Parpato, una rarità ormai nell'isola. Terreno perlopiù composto da argille molto compatte e calcare nel sottosuolo. Le sei menti pensanti hanno lavorato in cantina con un pò di sperimentazione per capire come questo vitigno sconosciuto a quasi tutti si sarebbe comportato. Quindi semi-macerazione carbonica delle uve per esaltare il profilo olfattivo di cui il Parpato ne va fiero, successiva maturazione in acciaio per non sporcare la parte vellutata in bocca.

I 3 Sensi
Frutti rossi di Sicilia e tanta sapidità, per questo rosato fresco come un gelato e dalle trame intriganti di un vero rosso. Da gustare in piena libertà al tramonto in riva al mare o davanti ad un bel panorama.
Agricoltura lieviti indigeni
Codice prodotto
HALVIROAXX
14,00 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 8°-10°C

No Related Posts

Halara

halara cantina

Pole Pole in lingua Swahili nei territori del kenya e della Tanzania significa "piano piano" e non c'è turista che per almeno il tempo di soggiorno non si faccia sua questa filosofia. La stessa cosa succede al "Gruppo Vacanze" ormai consolidato di 6 vignaioli amicissimi e bravissimi che da questa filosofia hanno preso spunto in Grecia dove Halarà è la traduzione Hellenica del "fai con calma" o se preferite del "rilassati e rifletti". L'idea nasce poi dal momento in cui questa vigna benedetta, non lontana dalle vigne di Nino Barraco, rischia di essere persa per sempre, così i nostri contadini si rinboccano le mani e decidono di custodirla. Le piante tutte coltivate ad alberello marsalese, crescono appunto a Marsala con un bellissima esposizione a nord, baciate dal sole e dal vento del Mediterraneo. Le uve a bacca bianca sono di Catarratto e le uve a bacca rossa di Parpato, un vitigno quasi estinto e sul quale sono state fatte le prime vinificazioni e si sono avute le prime risposte positive. Perbacco!!!! Non vi abbiamo detto da chi è formato il gruppo dei 6 talentuosi vignaioli: Nino Barraco, Giovanni Scarfone (Bonavita), Francesco Ferreri (Tanca Nica), Corrado e Valeria Dottori (La Distesa), Francesco De Franco (A' Vita) e Stefano Amerighi da quel di Cortona. Un sogno per tutti gli enoappassionati di vini artigianali vederli insieme e ancor più assaggiare un vino comune. Da bere Halarà.

Prodotti della Cantina