Tabarkino Rosso Tanca Gioia 2016

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosso
Uvaggio Bovale - Carignano
Denominazione Isola Dei Nuraghi I.G.T.
Annata 2016
Gradazione 13.0%
Cantina Tanca Gioia
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura lotta integrata
Paese Italia
Regione Sardegna
Abbinag(i)usto Carni rosse, Pesce, Primi Piatti di Carne

Tabarkino identifica tutto ciò che ha a che fare con Carloforte, come questo vino rosso, nato dalle uve rosse autoctone nel cuore dell'isola di San Pietro. E' un vino pensato per chi sull'isola ci è già stato, e se ne è innamorato, e per chi sogna ancora di viverci, tra i suoi carruggi brillanti dei riflessi del mare.

I 3 Sensi
Dal colore granata intenso, un vino onesto e pieno, profumato di sardegna, di mirto e di assolate giornate estive. Note avvolgenti di cuoio e liquirizia accompagnano un tannino morbido e speziato. Da abbinare ai primi piatti saporiti o secondi di carne. Perfetto con una bistecca di pesce spada alla piastra.
Agricoltura lotta integrata
SKU
TANVITAXX
8,00 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 16°-18°C

No Related Posts

Tanca Gioia

Tanca Gioia Cantina

U-Tabarka è il progetto nato in barca a vela da un gruppo di amici che hanno abbandonato le comodità per dedicarsi all'amore per la terra. Il nome è un omaggio all'isola tunisina, un tempo sotto il controllo genovese, da cui provengono molti dei pescatori che dovettero poi abbandonarla. L'azienda ha circa 10 ettari di vigneti sull'isola di S.Pietro, in Sardegna. Di origine vulcanica e sotto un costante vento battente, che spazia dalla brezza leggera al forte maestrale, l'isola è ricca di aree completamente naturali che sono ormai tappa obbligata per molte specie di uccelli migratori, tra cui i fenicotteri rosa. I vigneti fondano le proprie radici su suoli sabbiosi e secchi che permette di utilizzare viti a piede franco, per una qualità estrema. Vento marino e suolo sabbioso donano un carattere dall'accesa mineralità e sapidità. La scelta in vigna è chiara, limitando al minimo gli interventi umani, utilizzando trattamenti tradizionali ed una irrigazione solo se strettamente necessaria. Ogni annata è il frutto del sole, del vento e della pioggia che le piante hanno vissuto e valorizzato. Figlia di questa filosofia è anche la scelta di ripiantare solo vitigni autoctoni, come il Carignano del Sulcis, Bovale Piccolo, Nasco Aromatico, Moscato di Calasetta e il Vermentino di Sardegna. Ciascuna varietà è pensata e coltivata come un frutto unico.