Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Vigneto di Tobia Col Di Corte 2016

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Bianco
Uvaggio Verdicchio
Denominazione Verdicchio dei Castelli di Jesi
Annata 2016
Bottiglie prodotte 2000
Gradazione 14.5%
Cantina Col di Corte
Formato Bottiglia 0,75 lt
Paese Italia
Regione Marche
Abbinag(i)usto Formaggi freschi, Grigliate di Carne, Pesce alla griglia, Primi piatti di pesce

Le vigne del Verdicchio "Vigneto di Tobia" sono coltivate nella contrada San Pietro a Montecarotto su suoli argillosi calcarei ed hanno un eta' media di 22 anni. Il Vigneto affianca il celebre Vigneto di "Campo delle Oche" di Fattoria San Lorenzo". La raccolta delle uve, rigorosamente manuale in piccole casse viene effettuata intorno alla meta' di settembre. Per la prima volta il verdicchio superiore "Vigneto di Tobia" viene fermentato con i lieviti indigeni tramite pied de cuve. Fermenta ed affina in acciaio rimanendo sulle proprie fecce fini. Un Verdicchio dai pochi compromessi e tanto Terroir!

I 3 Sensi
Il Vigneto di Tobia è un Verdicchio di grande carattere che esprime al massimo il suo Terroir. Fresco, minerale ed ampio al palato è sicuramente il perfetto abbinamento con piatti a base di pesce pur affrontando molto gagliardamente anche le carni sia bianche che rosse. In questa annata il vino è orientato sulle note nette di citronella e mantiene una grassezza con la quale mostra i muscoli per poter affinare nel lungo periodo. Vibrante in bocca ha tono deciso nel finale mantenendo una densità non comune.
SKU
CDCVIVTXX
15,00 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 10°-12°C

No Related Posts

Col di Corte

 
Col di Corte
 
La Cantina Col di Corte si estende su circa dodici ettari di terreno nel Comune di Montecarotto, nel pieno cuore del verdicchio dei Castelli di Jesi. Il progetto è nato da poco, dalla passione di tre amici, che rilevano vigne e cantina di un'azienda già nominata Laurentina. In testa al gruppo c'è Giacomo Rossi, dinamico personaggio nel mondo del cinema, con uno sguardo alla viticoltura (sua la produzione del film Resistenza Naturale di Jonathan Nossiter). Giacomo assieme agli altri ha le idee ben chiare su come impostare il lavoro: conversione al biologico dal 2015, primi trattamenti biodinamici nel 2016,  fermentazione spontanee su tutti i vini dall'annata 2016, vinificazioni parcellari per risaltare il complesso territorio del verdicchio. Complessivamente Col di Corte gestisce 4 ettari a Verdicchio, 2 di Lacrima, 2 di Montepulciano, 2 di Sangiovese per un totale di produzione che si aggira attorno alle 40.000 bottiglie.