Vivre d'Amour et de PlouPlou Bornard 2018

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosso
Uvaggio Poulsard
Denominazione Vin de France
Annata 2018
Gradazione 10.5%
Cantina Philippe e Tony Bornard
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura coltivazione organica, lieviti indigeni, senza solfiti aggiunti
Paese Francia
Regione Jura & Savoie
Abbinag(i)usto Formaggi freschi, Insaccati Cotti, Salumi Stagionati, Uova

La collina di Pupillin è fatta per il Poulsard e viceversa. Un luogo magico dove suolo e vite trovano una sinergia assoluta. Le vigne di Tony e Philippe Bornard sono situate sul lieu-dit La Gaudrette, con una età media delle viti di 40 anni e da qui nasce l'espressione di Tony Bornard, un vino immediato e testimone di un territorio che sa regalare un liquido succoso e di tendenza acida. 

Codice prodotto
BORVFVDXX
26,00 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 10°-12°C

No Related Posts

Philippe e Tony Bornard

Philippe e Tony Bornard

Nel borgo di Pupillin proprio vicino alla umile, quanto famosa casa/cantina di Pierre Overnoy si trova l'abitazione di Philippe Bornard e di suo figlio Tony.

Philippe Bornard è originario di Pupillin e convive da sempre con i vini e le vigne dello Jura.

Frequentando nei primi anni 2000 il suo vicino di casa Pierre, apprende un mondo nuovo e fino a quel tempo inesplorato.

Un universo fatto di fermentazioni spontanee, di lieviti, senza utilizzo di componenti chimiche nel vino.

Sposerà questa filosofia fino a contribuire fortemente al rinnovamento in atto in tutta la regione dello Jura. Nel 2005 al riento in Francia, anche il figlio Tony comincia a dare una mano a Philippe per poi interrompere prestissimo il percorso per divergneze di famiglia.

Ecco però che nel 2018 con lucidità padre e figlio tornano a lavorare assieme e costituire definitivamente la fusione delle loro attività e soprattutto l'unione delle loro idee e delle loro mani.

Il Domaine Bornard oggi conta 11 ettari, tutti ditribuiti attorno al Comune di Arbois. Nei vari filari si alternano suoli composti da marne grigie, rosse e blu, e scisti. Le uve sono certificate Bio dal 2005 e Ecocert dal 2013.

Ovviamente in cantina si profilano tutti gli insegnamenti del maestro Pierre, senza utilizzare nulla di superfluo. Le cuvèe si alternano tra bianchi e rossi secondo le varie parcelle che Philippe e Tony si trovano a gestire.

Prodotti della Cantina