Welcshriesling Freyheit Heinrich 2016

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Bianco
Uvaggio Welschriesling
Annata 2016
Gradazione 11.0%
Cantina Heinrich
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura biodinamica
Paese Austria
Regione Burgenland
Abbinag(i)usto Pesce

Welcshriesling Freyheit Heinrich, cancella le aspettative dal passato e appare in una nuova brillante forma, in contrasto con le polverose tradizioni della presunta varietà "pane e burro". Il Welcshriesling viene coltivato su terreni calcarei di arenaria sulle pendici orientate a Est del Leithaberg (Montagna di Leith). 

I vigneti sono coltivati secondo i regolamenti biodinamici di Respekt. L'uva raccolta a mano all'inizio di settembre viene lasciata una notte sulle bucce e sui raspi. Fermentazioni alcoliche e malolattiche spontanee. Matura per dieci mesi sui prorpi lieviti in botte grande di legno, e viene imbottigliato senza aggiunta di solforosa

I 3 Sensi
A testa alta e con orgoglio, apre le danze con una splendida varietà di frutti verdi-gialli, note erbacee rinfrescanti ed erbe con spezie eteree che culminano in un inaspettato retrogusto salato che non sembra mai finire. Grazie ad una trama tesa di tannini delicati e alla freschezza intrinseca di un velo lievitato, questo vino si distanzia immediatamente dal classico e piace con una spontanea interpretazione freestyle del vitigno Welschriesling. In effetti un mondo completamente diverso. Attenzione: per il massimo divertimento, agitare prima di versare!
Agricoltura biodinamica
SKU
HEIVAWEXX
19,00 €
Tipo di bicchiere
Servire a: 12°-14°C

No Related Posts

Heinrich

Heinrich in vigna

I grandi vini esprimono un senso del luogo e sono in grado di farlo al meglio quando sono radicati in un ambiente biologicamente diverso in cui la vitalità del suolo è intatta e le viti vivono in simbiosi con il complesso ecosistema in cui vivono. Per dare alla natura e ai suoi molteplici aspetti una voce attraverso i vini, questa è la massima aspirazione di Heinrich. I modi e i mezzi per raggiungere questo obiettivo sono contrassegnati da molte azioni e decisioni fondamentali che definiscono il corso e riflettono le filosofie etiche e qualitative. La famiglia Heinrich ha deciso di convertirsi alla viticoltura biodinamica nel 2006, scelta basata sull'obiettivo di rendere i vigneti di proprietà della cantina successivamente più resistenti, più vitali e più eterogenei.

Allo stesso tempo, Heinrich permette ai suoi vini e a sé stessi la libertà di un sempre minore intervento. Indipendentemente dal fatto che tutti i vini sono fermentati spontaneamente e che spesso vengono lasciati sulle bucce per settimane, è soprattutto il tempo che plasma i vini di Heinrich. A tal fine, i vini rimangono inalterati sulle proprie fecce, per la maggior parte in botti di legno usate, e sviluppano il proprio spettro unico di aromi nel tempo. C'è la consapevolezza di questi processi naturali che vengono seguiti con attenzione da vicino, facendo crescere l'idea di produrre vini autentici e veramente genuini il più rigorosamente possibile.

Prodotti della Cantina