Zweigelt Heinrich 2016

Maggiori Informazioni
Tipologia Vino Rosso
Uvaggio Zweigelt
Annata 2016
Gradazione 12.0%
Cantina Heinrich
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura biodinamica
Paese Austria
Regione Burgenland
Abbinag(i)usto Legumi, Primi Piatti di Carne, Salumi, Selvaggina, Verdure di stagione

Zweigelt è il cuore unificante delle origini della tenuta Heinrich. Le uve crescono su vigneti siti in appezzamenti che abbracciano i vari suoli della zona. Dagli altopiani piatti e ricchi di humus nell'Heideboden, alle strutture ghiaiose della pianura di Parndorfer, fino ai pendii calcareo-scistosi delle montagne di Leithaberg. Grande cura durante tutta la vita dell'uva, dalla pianta alla bottiglia, con quella meticolosità artigianale tipica della coscienza austriaca. La coltivazione è biologica, la raccolta manuale, la fermentazione spontanea. Le uve sono lasciate macerare per due settimane sulle bucce fra tini di legno e serbatoi in acciaio. Matura 17 mesi in tini di legno e botti grandi di rovere.

I 3 Sensi
Come in tutti i vini di Heinrich ritroviamo la franchezza dell'annata e della territorialità del vino. Al naso le accattivanti note di ciliegia ripercorrono le varie tonalità del frutto, accompagnate da un tannino a grana fine, per una eleganza fresca e succosa. L'appetito del gusto è appagato da un fluire snello e confortevole.
Agricoltura biodinamica
Codice prodotto
HEIVAZWXX
15,00 €
Tipo di bicchiere
Servire a: 14°-16°C

No Related Posts

Heinrich

Heinrich in vigna

I grandi vini esprimono un senso del luogo e sono in grado di farlo al meglio quando sono radicati in un ambiente biologicamente diverso in cui la vitalità del suolo è intatta e le viti vivono in simbiosi con il complesso ecosistema in cui vivono. Per dare alla natura e ai suoi molteplici aspetti una voce attraverso i vini, questa è la massima aspirazione di Heinrich. I modi e i mezzi per raggiungere questo obiettivo sono contrassegnati da molte azioni e decisioni fondamentali che definiscono il corso e riflettono le filosofie etiche e qualitative. La famiglia Heinrich ha deciso di convertirsi alla viticoltura biodinamica nel 2006, scelta basata sull'obiettivo di rendere i vigneti di proprietà della cantina successivamente più resistenti, più vitali e più eterogenei.

Allo stesso tempo, Heinrich permette ai suoi vini e a sé stessi la libertà di un sempre minore intervento. Indipendentemente dal fatto che tutti i vini sono fermentati spontaneamente e che spesso vengono lasciati sulle bucce per settimane, è soprattutto il tempo che plasma i vini di Heinrich. A tal fine, i vini rimangono inalterati sulle proprie fecce, per la maggior parte in botti di legno usate, e sviluppano il proprio spettro unico di aromi nel tempo. C'è la consapevolezza di questi processi naturali che vengono seguiti con attenzione da vicino, facendo crescere l'idea di produrre vini autentici e veramente genuini il più rigorosamente possibile.

Prodotti della Cantina