Champagne Brut Nature Fauve Delouvin Nowack

Maggiori Informazioni
Tipologia Champagne
Uvaggio Pinot Meunier
Denominazione Champagne
Bottiglie prodotte 4000
Gradazione 12.5%
Cantina Delouvin Nowack
Formato Bottiglia 0,75 lt
Agricoltura coltivazione organica, lieviti indigeni
Paese Francia
Regione Champagne
Abbinag(i)usto Pesce alla griglia, Pesce azzurro al forno, Primi Piatti di Carne

Lo Champagne Fauve elaborato da Geoffroy Delouvin è composto da 75% chardonnay e 25% pinot meunier provenienti da una vigna su gesso affiorante a Vandieres. Tiratura di 4.000 bottiglie numerate. La cuvée di base è composta dall’annata 2012 (di fatto un millesimato). Come buona regola vuole, il pinot meunier non svolge la fermentazione malolattica per preservare freschezza e vivacità. La sosta sui lieviti è di oltre 66 mesi, non dosato alla sboccatura.

I 3 Sensi
La caratteristica che distingue questo Champagne da altri prodotti dove lo chardonnay si coniuga con il pinot meunier è il sorprendente profilo “gessoso” del pinot meunier, inconsueto e molto accattivante. Uno Champagne di forte carattere e nerbo acido. L’annata 2012 dona “materia”, la gestione in cantina (senza malo svolta e senza zucchero) rilancia con una freschezza di prim’ordine.
SKU
NOWCHFA
45,00 €
Non disponibile
Tipo di bicchiere
Servire a: 6° - 8°C

Delouvin Nowack

Delouvin Nowack

Geoffrey Delouvin, studi enologici in Alsazia e solida gavetta nelle cantine di mezzo mondo (Nuova Zelanda ed Australia incluse), da poco più di due anni ha assunto le redini dell’azienda di famiglia. Passo dopo passo è riuscito nel non facile intento di coniugare lo stile tradizionale dello Champagne di famiglia con la sua smania di rinnovamento; anche lui coinvolto in quel “fermento di idee” che, sotto traccia, anima la nuova generazione di Vignerons della zona. I numeri dell’azienda: sette gli ettari all’attivo, in larga parte (oltre l’80%) piantati a Pinot Meunier, tutti sul comune di Vandieres, ritenuto ufficiosamente il “Village Grand Cru” di questo vitigno. Non è infatti certo un caso se tutte le più famose Maisons di Champagne ogni anno cercano ed acquistano su Vandieres il Pinot Meunier per comporre le loro cuvée d’eccellenza.
Il motivo è semplice; solo in queste terre il vitigno assume risvolti sapidi e minerali in luogo della semplicità di frutto che si riscontra in larga parte dei comuni della Vallée de la Marne. Geoffrey produce circa 40.000 bottiglie all’anno, distribuite tra “linea classica” e “interpretazioni moderne”, figlie dell’estro e delle capacità di questo giovane “enfant prodige” dello Champagne. Protagonista, della gamma, com’è ovvio, il Pinot Meunier, spesso quale mono-cépage per letture del vitigno che spaziano dalla beva “sbarazzina” (ma non priva di profondità e finezza) a soluzioni “innovative” (vedi un Pinot Meunier non dosato con lunga sosta sui lieviti).Quale base comune un lavoro certosino in vigna ad innalzare a dismisura l’asticella qualitativa delle uve lavorate in proprio.

Prodotti della Cantina