1.9.8.4. La Senda
1.9.8.4. La Senda
Servire a: 12°-14°C
Tipo di bicchiere

1.9.8.4. La Senda

SENVS1984
Non disponibile
14,00 €
Tasse incluse

Diego Losada, nato e cresciuto a Ponferrada, Bierzo, è una sorta di “radicale”. A 16 anni forma una band heavy metal con i suoi compagni di scuola. Per Diego, la musica è pura e senza compromessi, un modo onesto e creativo per esprimere sé stesso e le frustrazioni suscitate da una società mainstream. Dopo anni di lavoro per altri produttori di vino convenzionale, Diego nel 2012 fonda Bodega La Senda in un piccolo spazio alla periferia della sua città natale, Ponferrada. Lì decide di implementare la stessa filosofia dalla sua musica nella vinificazione per produrre vini onesti, intransigenti e naturalmente espressivi. Le sfide che Diego deve affrontare si traducono spesso in ciò che rende i suoi vini unici ed eccezionali: i vari piccoli appezzamenti sparsi per la valle e le pendici montane del Bierzo sono tutti vecchi vigneti (minimo 50 anni), a basso rendimento e per lo più su pendii ripidi, a basso contenuto di sostanza organica ma ricchi di minerali, e difficili da lavorare. Milioni di anni fa la valle del Bierzo era un mare interno e ogni appezzamento di Diego rappresenta una diversa dispersione di minerali: argillosi o calcarei con ardesia, ferro, oro o quarzo. Il clima rappresenta un’ulteriore sfida nel Bierzo: hanno un inverno lungo, spesso brutalmente freddo e un’estate che è breve e quasi sempre troppo umida (una media dell’80-90% di umidità).

Da queste terre nasce 1.9.8.4, un vino rosso a base di Mencia in purezza, proveniente da 3 diversi vecchi appezzamenti, tra i 70-90 anni nella parte sud del Bierzo. Suoli argillosi-calcarei con molti minerali come quarzo, ferro e un po ‘di ardesia; circa 650 metri di altitudine.

Vinificazione e Affinamento: 3-4 giorni di contatto con le bucce in vecchie botti di rovere aperte e affinato per 7 mesi in botti di rovere francese e botti di grandi dimensioni; no filtrazioni e senza zolfo aggiunto.

I 3 Sensi

Il Mencia è un vitigno che genera vini leggeri e astringenti, freschi e fruttati. Le vigne vecchie di Diego riescono a non far salire troppo la struttura, causa principale dell'innalzamento delle temperature. Pertanto 1.9.8.4. mantiene una agilità e una vivacità da vino per la tavola, soprattutto per le merende.

Avvisami quando disponibile

Prodotto aggiunto alla Lista dei Desideri
Prodotto aggiunto al confronto