Patrimonio Rouge Cru Des Agriate Giacometti 2019
Patrimonio Rouge Cru Des Agriate Giacometti 2019
Servire a: 16°-18°C
Tipo di bicchiere

Patrimonio Rouge Cru Des Agriate Giacometti 2019

GIAVFPRSXX
Non disponibile
21,00 €
Tasse incluse

Il Patrimonio Rosso "Cru des Agriate" del Domaine Giacometti è un rosso elaborato con il 90% di uve Nielluccio (riconducibile al nostro Sangiovese) ed un 10% di uva Sciaccarello.

I vigneti di provenienza sono Santo Pietro di Tenda, Batolaccio (13 anni), Piovanacce (44 anni) e Diceppo (21 anni). il sistema di allevamento scelto è il cordone e la resa media per ettaro si aggira intorno ai 25 quintali. Il terreno è di tipo granitico. Questa particolare conformazione permette di ritrovare nei vini un particolare carattere minerale.

Dopo la vendemmia manuale, la fermentazione è spontanea e la macerazione, che dura circa 15 giorni, viene condotta in acciaio e con leggeri rimontaggi quotidiani.
Una volta conclusa la fermentazione malolattica, l'affinamento avviene in contenitori di acciaio per 13 mesi.
Non sono previste filtrazioni o aggiunte prima dell'imbottigliamento.

I 3 Sensi
Al naso il vino risulta caratterizzato da sentori di frutta matura e spezie. In bocca la sapidità e la mineralità sono aspetti ben presenti. Il vino risulta maturo, complesso, con un lato tannico definito ma armonioso.Perfetto da essere degustato subito ma anche dopo una sosta in bottiglia di 4/5 anni.Da provare abbinato agli stufati o alla carne cotta al forno.

Avvisami quando disponibile

Giacometti

Giacometti Cantina

La famiglia Giacometti inizia l'avventura in Corsica nel 1987. Christian, attuale proprietario, arriva col padre Laurent nella tenuta Casta appena acquistata. Scelgono un terreno difficile, su suoli granitici, difficili ma capaci di donare profonda mineralità. L'approccio è subito mirato al grande rispetto del terroir, con vitigni autoctoni e conduzione strettamente biologica fin dall'inizio. Perchè la scommessa è grande, e le piante hanno bisogno di essere sane e forti per poter affondare le radici ed estrarre il più possibile dal suolo. Dopo anni la scelta si rivela vincente. I vini sono strepitosi, di carattere e autentici, come la famiglia che gli da vita.

Dei circa 26 ettari di terreno, le varietà maggiormente coltivate sono quelle autoctone quali Nielluccio (parente dell'italiano Sangiovese), Sciaccarello e Vermentino.

Le tecniche strettamente biologiche in vigna, con utilizzo di solo rame e zolfo, senza prodotti di sintesi nè diserbo. La potatura è corta per contenere le rese e concentrare la mineralità. Anche in cantina l'approccio è un unico filo conduttore, dalla vendemmia manuale alle fermentazioni indigene, alla voluta assenza di filtrazioni o chiarifiche forzose.

Prodotti della cantina

Prodotti correlati

Prodotto aggiunto alla Lista dei Desideri
Prodotto aggiunto al confronto